25.05.2021 |

Axpo Italia entra a far parte dell’associazione sull’idrogeno H2IT

Share

Terzo operatore sul mercato libero dell’energia in Italia e parte del Gruppo Axpo, attivo in tutto il mondo nella produzione e commercializzazione di energia rinnovabile, Axpo Italia accelera l’espansione della sua strategia entrando a far parte di H2IT, l’Associazione Italiana Idrogeno e Celle a Combustibile.

Axpo Italia è un nuovo membro di H2IT, associazione che riunisce l’industria e i centri di ricerca italiani coinvolti nella filiera dell’idrogeno per promuoverne il progresso tecnologico e gli sviluppi di mercato.

L’ingresso in H2IT rappresenta per noi un ulteriore passo in avanti che segna il forte impegno di Axpo Italia nella transizione energetica. Una strategia, questa, che si riflette tanto in ambito internazionale quanto nelle nostre proposte per il mercato italiano. L’idrogeno sarà uno degli elementi utilizzati nel processo di transazione verso un mondo CO2 free e Axpo vuole essere in prima linea per lo sviluppo di tutti i fattori che caratterizzeranno questa fase” ha commentato Salvatore Pinto, Presidente di Axpo Italia. “L’idrogeno è un vettore energetico su cui porre l’attenzione specialmente nei settori hard to abate e siamo consapevoli che, per la sua affermazione, sia necessaria un’accelerazione di tutta la filiera. Per queste ragioni è essenziale uno sforzo concertato, inclusivo e condiviso tra tutti i possibili protagonisti, e in questa direzione aderiamo oggi ad H2IT”.

Già da qualche anno il Gruppo Axpo ha intrapreso un percorso di espansione della sua strategia sulle nuove fonti di energia rinnovabile ed è notizia del febbraio scorso la nascita, in seno alla divisione internazionale Renewables, di due nuovi dipartimenti dedicati rispettivamente a Idrogeno e Batterie.

Sull’idrogeno verde, quello cioè prodotto da fonti rinnovabili, Axpo Group ha già avviato i lavori per la costruzione del primo di una serie di impianti di produzione. Grazie all’energia del fiume Reno, che alimenta la centrale idroelettrica di Eglisau-Glattfelden entro il 2022 infatti, un impianto di produzione di idrogeno da 2,5 megawatt a questa associato, produrrà circa 350 tonnellate di idrogeno verde l’anno.

Sul fronte dello sviluppo tecnologico e della capacità di generare innovazione nel settore, Axpo Italia ha recentemente siglato un Memorandum of Understanding della durata di due anni con RINA, gruppo multinazionale specializzato in servizi di certificazione e di consulenza ingegneristica, con l'obiettivo di dar vita ad una solida filiera dell’idrogeno che unisca diversi stakeholder.

Tra le attività previste dall’accordo: lo sviluppo di iniziative correlate all’idrogeno verde in diversi settori industriali; l’impegno a coordinare studi di ricerca tecnologica sulla catena di fornitura dell'idrogeno; l’analisi, gli studi e le simulazioni per la produzione di idrogeno; la definizione di un programma pilota per la produzione di idrogeno verde.

Le altre notizie

Axpo Italia: inaugurate a Roma le prime stazioni di ricarica pubbliche

Scopri di più

Axpo firma in Romania un importante PPA per il più grande parco eolico onshore d’Europa

Scopri di più

Axpo incrementa il risultato operativo a CHF 515 milioni

Scopri di più

Questo sito utilizza cookie di profilazione di terze parti per fornirti servizi in linea con le preferenze rilevate attraverso la tua navigazione nel Sito. Continuando la navigazione, acconsenti all’utilizzo di questi cookies. Per opporti a tale trattamento e per avere maggiori informazioni, leggi la nostra Informativa Privacy.