Nuovi strumenti per l’energia della media e piccola impresa italiana, Axpo lancia i Green Flexy PPA

Share

Il rincaro dei prezzi energetici ha colpito duramente le piccole e medie imprese che costituiscono l’ossatura del sistema produttivo nazionale. Axpo, attraverso i Green Flexy PPA, intende tutelare la stabilità economica di queste realtà e renderle partecipi del processo di transizione energetica. Si tratta infatti di accordi di fornitura a medio termine di energia da fonte rinnovabile e a prezzo fisso.

I Green Flexy PPA rappresentano un’evoluzione della Green Route, percorso disegnato da Axpo per agevolare l’accesso ai Corporate PPA (accordi a lungo termine di acquisto e fornitura di energia rinnovabile) e puntano sul concetto di flessibilità per soddisfare le esigenze delle PMI che, in misura crescente, chiedono di poter accedere a soluzioni di questo tipo e in grado di agevolarne sostenibilità economica e ambientale.

La loro durata è compresa tra i 3 e i 5 anni rispetto ai 10 anni (o più) dei tradizionali PPA. Inoltre, permettono di ottenere energia a prezzo fisso per l’intero intervallo di tempo del contratto e al 100% rinnovabile (fino a 20 GWh di consumo), proveniente da impianti eolici o fotovoltaici appartenenti al portfolio Axpo. L’obiettivo primario è quello di ridurre rapidamente la dipendenza dalle fonti fossili delle PMI a favore di quelle rinnovabili. I Green Flexy PPA offrono poi l’opportunità di aumentare o diminuire la richiesta di energia sostenibile sulla base delle proprie esigenze.

La strategia di Axpo Italia, ad oggi terzo operatore nel segmento dell’Alta Tensione in Italia e che fornisce energia alle imprese italiane per un valore di quasi 5.000 Gwh, è potenziare, grazie ai Green Flexy PPA, la propria offerta per la sostenibilità delle aziende italiane, mettendo a disposizione anche delle PMI uno strumento per contribuire direttamente allo sviluppo delle fonti rinnovabili, in linea con gli obiettivi nazionali e internazionali di decarbonizzazione.

Simone Demarchi, Amministratore Delegato di Axpo Italia, dichiara: 

“Le piccole e medie imprese hanno risentito dell’aumento vertiginoso delle bollette che si è verificato negli ultimi tempi.

Attraverso i Green Flexy PPA, Axpo si propone di far fronte a questa problematica energetica ed economica, dimostrando la propria vicinanza alle realtà che compongono il cuore del tessuto produttivo italiano e rendendole protagoniste della green economy.

Crediamo che inclusione energetica e sostenibilità siano i principi con cui è possibile accelerare la diffusione delle fonti rinnovabili”.

I Green Flexy PPA consentono di valorizzare la pluriennale esperienza di Axpo sulla proposta di strumenti innovativi di supporto alla transizione, di cui l’azienda è leader a livello internazionale con 80TWh di PPA in portafoglio ad oggi gestiti in tutti i Paesi in cui il Gruppo Axpo opera. Inoltre, si propongono di affiancare e accelerare il processo di sviluppo dei Corporate PPA, in modo da consentire ad Axpo Italia di raggiungere un volume pari a 16000 GWh da fonti rinnovabili al 2025, in linea con gli obiettivi di sostenibilità definiti dall’azienda.

La nuova proposta di Axpo Italia favorisce l’accesso ad imprese di medio-piccole dimensioni a soluzioni che l’azienda ritiene fondamentali per favorire una transizione energetica inclusiva e che sia il risultato del contributo di una vasta rappresentanza: dalle grandi industrie energivore, alle PMI, dagli sviluppatori ad enti e istituzioni.

Le altre notizie

WRM Group e Gruppo Axpo insieme per nuovi investimenti in energia rinnovabile

Scopri di più

Cogenerazione, trigenerazione e fotovoltaico: le vie del risparmio energetico per le aziende italiane

Scopri di più

PPA per la transizione energetica, Axpo Italia sigla due nuovi contratti di lungo termine con Canadian Solar

Scopri di più