19.12.2016 | Come cambia la normativa sullo sbilanciamento e quali saranno gli impatti sul mercato. Il di vista di Axpo

Sbilanciamenti: soluzione drastica e problematica

di Michele Governatori.

Estratto dell'articolo apparso su Quotidiano Energia - 19 dicembre 2016

Il meccanismo degli "sbilanci volontari", per cui i fornitori di energia si assumono la responsabilità di programmare tenendo conto di aspettative sullo stato deficitario o di sovrabbondanza elettrica dell'area, salvo casi patologici (che l'Autorità ha in buona parte corretto limitando quantitativamente gli sbilanci stessi) è virtuoso perché incentiva gli operatori ad anticipare e quindi correggere gli sbilanci della rete riducendo così il fabbisogno di risorse di Terna sul mercato dei servizi di bilanciamento.

Eventuali benefici economici conseguiti dagli operatori sono andati com'è inevitabile in un mercato molto competitivo come quello elettrico soprattutto a vantaggio dei clienti (in prelievo e immissione), che in alcuni casi hanno perfino ottenuto prezzi vantaggiosi rispetto al mercato all'ingrosso, ha dichiarato Simone Demarchi, CEO di Axpo Italia SpA.

La modifica proposta dall'Autorità, che prevede il ritorno al calcolo del segno di sbilancio basato sui flussi d'energia anziché sugli acquisti di risorse in MSD, a nostro avviso è dannosa e troppo drastica rispetto all'obiettivo che persegue.

Infatti essa:

• ritarda la reattività e la cost reflectiveness del sistema, visto che i dati di misura necessari al calcolo del segno richiedono fino a 60 giorni per essere disponibili?

• lega gli esiti di mercato in modo definitivo a dati di misura che potrebbero invece essere successivamente rettificati, con conseguente rischio di alterazione degli esiti di mercato? attribuisce un vantaggio eccessivo agli operatori con grandissimi portafogli.

Una limitazione degli sbilanci con vincoli ragionevoli e non punitivi applicati a tutte le categorie di punti della rete non abilitati all'MSD, unita a un'attività di regolazione e controllo chiara e tempestiva da parte dell'Autorità, è a nostro avviso una soluzione più efficiente.

Articoli correlati

Mercati energetici

Batterie, Terna definisce i requisiti di connessione

Le novità delle linee guida Ue sugli aiuti di Stato che entreranno in vigore dal 1° gennaio 2021: ridotte le compensazioni, gare per i progetti di investimento

Scopri di più

Mercati energetici

Stoccaggi gas a Snam e Gse il compito di centrare il target di riempimento

Le novità delle linee guida Ue sugli aiuti di Stato che entreranno in vigore dal 1° gennaio 2021: ridotte le compensazioni, gare per i progetti di investimento

Scopri di più

Mercati energetici

Contratti import gas: le conclusioni del monitoraggio Arera

Le novità delle linee guida Ue sugli aiuti di Stato che entreranno in vigore dal 1° gennaio 2021: ridotte le compensazioni, gare per i progetti di investimento

Scopri di più

Mercati energetici

La transizione nella Carta dell’Energia

Le novità delle linee guida Ue sugli aiuti di Stato che entreranno in vigore dal 1° gennaio 2021: ridotte le compensazioni, gare per i progetti di investimento

Scopri di più